il suo nome aveva le stesse iniziali. . .

Sfida individuale ad eliminazione (sudoku classico facilitato)

il suo nome aveva le stesse iniziali. . .

Messaggioda arizona1952 » lun 8 dic 2008, 13:09

.

Ha ragione Gianni, tutti abbiamo vinto il nostro torneo. E siamo tutti insieme sul gradino più alto di un podio dilatatosi oltre misura per l’occasione, abbracciati per festeggiare la piena riuscita del nostro gioco. Ci siamo divertiti tutti, anche nei momenti in cui l’emozione ci paralizzava la mente ed il braccio, anche quando abbiamo temuto di essere ormai spacciati.

A dire il vero, l’esito finale è stato un po’ strano.

Forse per colpa della Red Bull, che in Svezia costa quasi quanto la nostra acqua minerale.

O forse per colpa di quel caffè che (se non ho capito male) il genovese volante, lui campione di sudoku, ma soprattutto campione di stile, ha voluto offrire proprio a me.(Sbalordito per l’emozione e caricato per la gratitudine, ho persino dimenticato quel giorno di trenta anni fa in cui nel bar Saicaf di Bari ne presi l’ultimo.)

In molti hanno voluto questo finale strano.

In due mi hanno salvato nei giorni in cui ho impiegato oltre trentuno minuti per un sudoku facilitato.

Tida ha rotto il computer al momento giusto(per dirla con sua nonna, mi viene da chiedere: 60 lei o 70 la mia fortuna?).

Milva ha pensato più alla gara di Natale.

Le mie grandi amiche del Torneo maggiore hanno restituito, con interessi da usura, il tifo ad oltranza che io avevo fatto per loro.

Giuliano mi ha spinto fino in fondo, con una grande generosità rafforzata dalla comprensibile amarezza per un banale incidente di percorso.(Non è certo lui quel fastidioso bolognese con i baffi che quasi sciupò la magia del giorno in cui percorremmo a piedi, zaino in spalla, l’interminabile sentiero che portava, in fondo al Grand Canyon dell’Arizona, alla splendida riserva indiana dalle acque verdi azzurre.)

Il torneo di PaolaZ è stato il mio torneo, sempre insieme, sempre con il medesimo fiato sospeso.

Mitica72 ha fatto il miracolo. Quando finalmente avevo trovato un computer, in un affollato bar di Stoccolma, non riuscivo assolutamente a collegarmi con Argio per la partita di semifinale: non sapevo proprio come fare, non trovavo Gabriele (ormai un faro), non trovavo Google, non trovavo nulla. Ero sul punto di abbandonare. Poi, nella mia posta privata, ho visto un suo messaggio, il primo. Ho premuto sul link che portava con sé e finalmente è uscito Argio.

L’ultima partita con Bely è stata deliziosamente imbarazzante. Da tempi non sospetti, da un torneo di cui si è persa la memoria, lei è sempre il mio Capitano.

Le storie del ciclismo ci raccontano del Capitano che lascia vincere il suo fedele porta borracce arrivato con lui sul traguardo.

A me è venuta in mente un’altra storia. Sono tornato ai tempi lontani in cui l’estate aveva il sapore del paese dei miei, la dolcezza di una nonna persa troppo presto, la fragranza del pane e pomodoro.

Ai Campionati del mondo di quell’anno c’era un unico vero campione, atteso da tutti. Per una singolare coincidenza, il suo nome aveva le stesse iniziali di Bely.

Era una scheggia imprendibile, Van Looy, ma per un caso della vita, sul traguardo sicuro fu preceduto, di un soffio, proprio dal suo gregario.

Ricordo, su quel podio inaspettato, lo sguardo smarrito di un uomo che sapeva di non essere nel posto giusto, di averla fatta grossa.

E’ il mio stesso sguardo di oggi.

Ringrazio tutti. Per avermi dato la possibilità di giocare. E di andare anche oltre il gioco.

Paolo
arizona1952
 
Messaggi: 432
Iscritto il: dom 13 apr 2008, 12:58

Re: il suo nome aveva le stesse iniziali. . .

Messaggioda sergio49 » lun 8 dic 2008, 13:53

Quanti ricordi mi riporti in mente... quell'umile gregario era Benoni Beheyt (un nonno italiano) a cui Rik Van Looy non rivolse più la parola per anni...

Farà lo stesso Bely ? Non credo perché tu hai vinto con pieno merito e per di più con mille difficoltà in terra straniera... :mrgreen:
Sergio
Avatar utente
sergio49
Amministratore
 
Messaggi: 5724
Iscritto il: dom 13 apr 2008, 11:39
Località: Roma

Non e' il caso di Paolo

Messaggioda Bely » lun 8 dic 2008, 14:26

In genere non mi piace competere. Non sono aggressiva, non sono furba, in molti casi non sono neanche costante, per giunta ho un'autostima che rasenta lo zero e tendo a vedere negli altri tutto cio' che non ho. Pecco d'invidia e credo che il nostro Don avrebbe il suo bel da fare se volesse assolvermi. Per giunta, ho un'autentica repulsione verso le scorrettezze di qualsiasi genere, un po' forse perche' non sono in grado di rendere pan per focaccia e mi limito a tacere covando malumori. Non sopporto chi mi passa davanti nelle code, ma lo lascio fare. Non sopporto quel che ho visto in passato nel mio ambiente lavorativo, e mi sono limitata a cambiare lido. E l'elenco sarebbe lungo.

Poi pero', insomma, qui la musica e' un'altra. Il sudoku e' un giochino che mi fa staccare la spina cinque minuti, non si vince e non si perde nulla. Non sono la migliore, non sono la peggiore, gioco per migliorarmi e anche i Tornei hanno un sapore molto lontano da quello delle sfide della vita. Un giorno fai il botto, un giorno t'impappini, ma non cambia nulla e la community di Argio, simpaticissima, resta sempre uguale dalla tua parte.

E dunque, perche' mai la nuova VL dovrebbe voltare le spalle al gregario (gregario poi di che? chi l'ha detto?) che sale sul gradino piu' alto? Paolo e' una persona che, ne sono sicura, anche se avessi a che fare in ambiti piu' importanti, non mi darebbe mai motivo di guardarmi le spalle.
Valeria
Avatar utente
Bely
 
Messaggi: 1329
Iscritto il: dom 13 apr 2008, 14:46
Località: Runcorn

Re: il suo nome aveva le stesse iniziali. . .

Messaggioda baffo1951 » mar 9 dic 2008, 15:57

Paolo
la verità è che sei stato un grande (in torneo) e sei un grande (sempre). Tutti noi sappiamo bene che Bely era la pù forte dei partecipanti e, se ci fosse stata una classifica (come al Giro o al Tour), non avrebbe che potuto vincere lei con diverse lunghezze di vantaggio, e che gli altri, come piazzamento massimo, pensavano al secondo posto. Ma i tornei hanno le loro regole e basta uno sbandamento per uscire, o per perdere, e tu sei stato bravissimo ad essere lucido ed efficace nei momenti decisivi, quindi non puoi che considerarti, come ti consideriamo tutti, un grande e meritato vincitore, che onora la graduatoria finale del torneo. Quindi un evviva a te e alla tua magistrale vittoria. Ciao. :ciao :clap
Avatar utente
baffo1951
 
Messaggi: 1736
Iscritto il: sab 14 giu 2008, 8:49
Località: Bologna


Torna a Torneo dei Campioncini

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite